Libri più scaricati

Ecco la classifica dei 20 libri più scaricati.

CORNWELL BERNARD: CACCIATORE E PREDA

Risguardo di copertina

1807: sharpe, promosso tenente delle giubbe verdi, non riesce a \"legare\" con i nuovi colleghi ufficiali. decide quindi di disertare, ma, rimasto senza un soldo, deruba e uccide l\'odiato direttore dell\'orfanotrofio in cui è cresciuto. sta per fuggire da londra quando riceve l\'incarico di scortare un certo maggiore lavisser, che deve raggiungere copenaghen con una cospicua somma per corrompere il principe ereditario di danimarca al fine di trasferire in inghilterra la flotta da guerra danese, su cui ha messo gli occhi la francia, rimasta senza navi dopo la battaglia di trafalgar. gli inglesi, pur di impedire che quella flotta finisca ai francesi, sono pronti, se fallisse la missione di lavisser, a usare la forza, bombardando copenaghen.quando i due sbarcano sulle coste danesi, sharpe scopre che lavisser lo vuole morto. riesce a salvare la pelle, ma è solo. raggiunta la capitale, chiede aiuto a un mercante, skovgaard, in realtà a capo di una rete di spionaggio che lavora per gli inglesi. questi non soltanto non crede a sharpe, che accusa lavisser di furto e assassinio, ma lo scambia per un sicario incaricato di uccidere il principe ereditario, e lo rinchiude per consegnarlo allo stesso maggiore. sharpe, ancora una volta, riesce a fuggire appena in tempo, perché lavisser arriva prima del previsto con una banda di sicari. ma, più che sharpe, è skovgaard l\'uomo che lavisser intende catturare. il maggiore, infatti, lavora segretamente per i francesi e, avendo capito che il mercante regge le fila dello spionaggio inglese, intende cavargli di bocca i nomi dei suoi informatori. letteralmente, perché allo scopo gli strappa due denti. sharpe lo salva, uccidendo i suoi aguzzini, ma non lavisser. intanto la flotta e l\'esercito britannici hanno stretto d\'assedio copenaghen. lavisser è in agguato, ma anche sharpe...

CARRISI DONATO: IO SONO L'ABISSO

Risguardo di copertina

sono le cinque meno dieci esatte. il lago s'intravede all'orizzonte: è una lunga linea di grafite, nera e argento. l'uomo che pulisce sta per iniziare una giornata scandita dalla raccolta della spazzatura. non prova ribrezzo per il suo lavoro, anzi: sa che è necessario. e sa che è proprio in ciò che le persone gettano via che si celano i più profondi segreti. e lui sa interpretarli. e sa come usarli. perché anche lui nasconde un segreto. l'uomo che pulisce vive seguendo abitudini e ritmi ormai consolidati, con l'eccezione di rare ma memorabili serate speciali. quello che non sa è che entro poche ore la sua vita ordinata sarà stravolta dall'incontro con la ragazzina col ciuffo viola. lui, che ha scelto di essere invisibile, un'ombra appena percepita ai margini del mondo, si troverà coinvolto nella realtà inconfessabile della ragazzina. il rischio non è solo quello che qualcuno scopra chi è o cosa fa realmente. il vero rischio è, ed è sempre stato, sin da quando era bambino, quello di contrariare l'uomo che si nasconde dietro la porta verde. ma c'è un'altra cosa che l'uomo che pulisce non può sapere: là fuori c'è già qualcuno che lo cerca. la cacciatrice di mosche si è data una missione: fermare la violenza, salvare il maggior numero possibile di donne. niente può impedirglielo: né la sua pessima forma fisica, né l'oscura fama che la accompagna. e quando il fondo del lago restituisce una traccia, la cacciatrice sa che è un messaggio che solo lei può capire. c'è soltanto una cosa che può, anzi, deve fare: stanare l'ombra invisibile che si trova al centro dell'abisso.

CONNELLY MICHAEL: IL QUINTO TESTIMONE

Risguardo di copertina

sono tempi duri per mickey haller. la crisi picchia sodo e, nonostante i crimini non siano diminuiti, pare che nessuno, nemmeno i delinquenti più incalliti, possa più permettersi un avvocato. e così, per far quadrare il bilancio, non gli resta che imboccare un'altra strada in un settore che purtroppo, sempre a causa della crisi, ha avuto una vera e propria esplosione, quello dei pignoramenti delle abitazioni. sembra che la gente, infatti, oltre a non avere i soldi per pagare un avvocato, non abbia neanche quelli per restituire le rate del mutuo contratto con le banche per l'acquisto della casa...

CAROFIGLIO GIANRICO: LE PERFEZIONI PROVVISORIE

Risguardo di copertina

è scomparsa una ragazza. sono state fatte le indagini ma non si è approdato a niente e il pm che segue il caso vuole archiviare. il legale della famiglia in un ultimo tentativo si rivolge al suo vecchio amico guido guerrieri e gli chiede di dare un’occhiata alle carte. chi sa che non riesca a trovare qualcosa. e guerrieri accetta di leggere il fascicolo.

RILEY LUCINDA: 1° LIBRO SAGA LE SETTE SORELLE - LA STORIA DI MAIA

Risguardo di copertina

bellissima eppure timida e solitaria, maia è l'unica delle sue sorelle ad abitare ancora con il padre ad atlantis, lo splendido castello sul lago di ginevra. ma proprio mentre si trova a londra da un'amica, giunge improvvisa la telefonata della governante. pa' salt è morto. quel padre generoso e carismatico, che le ha adottate da bambine raccogliendole da ogni angolo del mondo e dando a ciascuna il nome di una stella, era un uomo di cui nessuno, nemmeno il suo avvocato e amico di sempre, conosceva il passato. rientrate precipitosamente nella villa, le sorelle scoprono il singolare testamento: una sfera armillare, i cui anelli recano incise alcune coordinate misteriose. maia sarà la prima a volerle decifrare e a trovare il coraggio di partire alla ricerca delle sue origini. un viaggio che la porterà nel cuore pulsante di rio de janeiro, dove un vecchio plico di lettere le farà rivivere l'emozionante storia della sua antenata izabela, di cui ha ereditato l'incantevole bellezza. con l'aiuto dell'affascinante scrittore floriano, maia riporterà alla luce il segreto di un amore sbocciato nella parigi bohémienne degli anni '20, inestricabilmente legato alla costruzione della statua del cristo che torreggia maestosa su rio. una vicenda destinata a stravolgere la vita di maia.

BUZZATI DINO: IL DESERTO DEI TARTARI


GREGORY PHILIPPA: 1° LIBRO DELLA SAGA DELLE TIDELANDS - LA GUARITRICE

Risguardo di copertina

sussex, 1648. è la notte del solstizio d'estate. la giovane alinor aspetta, al chiaro di luna, nel piccolo cimitero della chiesa, nella speranza di incontrare il fantasma del marito violento, scomparso da più di sei mesi in mare, e avere così la conferma della sua morte per essere finalmente libera. invece incontra james, un ragazzo in carne e ossa, e in fuga. e gli mostra le vie nascoste attraverso il pericoloso paesaggio paludoso delle tidelands, senza sapere che sta guidando una spia e un nemico nella sua vita. perché james è l'uomo che dovrebbe aiutare il re, ormai detronizzato, a evadere dall'isola di wight, dove è tenuto prigioniero. l'inghilterra è, infatti, in preda a una disastrosa guerra civile che sta insanguinando l'intero regno. il parlamento guidato da oliver cromwell si è ribellato a carlo i. sono tempi di paura e superstizione, e alinor è una donna sopra le righe per ambizione e determinazione, una levatrice esperta anche nell'uso di erbe medicinali e ora, per giunta, senza un marito. da sempre, inoltre, nel villaggio si vocifera che la sua bellezza sia legata a un potere sinistro così come le sue doti curative. quando i sospetti dei vicini iniziano a farsi più insistenti, alinor si ritrova stretta in una morsa: se dovessero scoprire il suo vero segreto, le conseguenze sarebbero terribili. amare un altro uomo - per di più fedele alla monarchia - potrebbe risultare un errore fatale per una donna come alinor.

SAVATTERI GAETANO: IL LUSSO DELLA GIOVINEZZA

Risguardo di copertina

irriverenti, appassionati e dissacranti ritornano con una nuova avventura i due investigatori involontari, saverio lamanna, giornalista senza lavoro, sarcastico e realista, e peppe piccionello, sua spalla, confidente e mentore. tra ironia e sarcasmo un giallo carico di riflessioni sociali e umane.

SCHISA BRUNELLA: NON ESSERE RIDICOLA

Risguardo di copertina

emma ha poco più di sessant'anni, un bell'aspetto, una figlia adulta e un matrimonio apparentemente felice. lavora in una nota libreria dove organizza incontri culturali. ha un gruppo di amiche care che invidiano il suo buon rapporto con pietro: venticinque anni di amore coniugale. una fortuna, un record. peccato che la mattina di un giorno come tanti altri, emma scopra che pietro le ha mentito. perché non è a milano nel suo solito albergo? dov'è? il fedifrago crolla subito. le ha mentito perché ha una storia, peggio: è innamorato. e la rivale, ovviamente, non è una loro coetanea, bensì una donna molto giovane. emma è tramortita dalla sorpresa, poi sconvolta da una rabbia che deborda in breve su tutto il genere maschile, quindi profondamente offesa. una persona come lei non merita di subire la grande banalità maschile: credere che la giovinezza torni a sorriderti se sostituisci tua moglie con una trentenne. con l'aiuto, o forse nonostante l'aiuto delle amiche, emma reagisce. non si nega niente: dallo shopping compulsivo a un paio di avventure erotiche. e, poco per volta, il suo tasso di autostima risale portandosi dietro un nuovo ottimismo. ma non è detto che le cose vadano come le abbiamo immaginate o sperate. a volte possono andare anche meglio.

CONNELLY MICHAEL: IL DIO DELLA COLPA

Risguardo di copertina

mickey haller è un uomo complicato, con una vita complicata. deve fare i conti con un passato di eccessi, con una figlia che non vuole più saperne di lui e, più prosaicamente, con le necessità quotidiane, tra cui quella di guadagnare quel tanto che basta a mandare avanti il suo studio. è per questo che, quando riceve un messaggio sul cellulare mentre è in un’aula di tribunale, impegnato a difendere il suo cliente dall’accusa di aggressione, la sua attenzione viene immediatamente catturata. a mandarglielo è lorna, la sua segretaria, e il testo è questo: «chiamami subito. si tratta di un 187». il numero, che in california corrisponde al codice dell’omicidio, cattura immediatamente la sua attenzione. occuparsi della difesa in un caso di omicidio significa guadagnare un bel mucchio di soldi e l’eventualità non lo lascia certo indifferente. quando poi scopre che la vittima, una prostituta che pensava di aver rimesso sulla retta via, era già stata sua cliente, non ha più dubbi sull’opportunità di accettare l’incarico. a muoverlo però non è solo il bisogno di guadagnare, ma i fantasmi di un passato che gli si rivela diverso da come l’aveva vissuto e una sete di giustizia che nasconde un forte desiderio di redenzione personale. ed è proprio il personaggio di haller, l’avvocato fuori dagli schemi che prepara i processi dal sedile posteriore della sua lincoln, un uomo pieno di difetti, ma forse proprio per questo decisamente autentico, a rendere così speciali i romanzi di cui è protagonista.

BURROUGHS EDGAR RICE: TARZAN DELLE SCIMMIE

Risguardo di copertina

«nel pianoro su cui si fermava più spesso la sua tribù c'era un laghetto, e fu lì, nelle sue acque cristalline e immobili, che tarzan vide per la prima volta la propria faccia. rimase di sasso. già era spiacevole ritrovarsi privo di peli... quella fessura al posto della bocca e quei dentini bianchi e innocui! e quel nasino stretto. ma quando si vide gli occhi, ah, quello fu il colpo di grazia: un puntino scuro, un cerchio grigio e poi tutto quel bianco! orribile!» la copertina si trasforma in un fantastico poster con il labirinto nella giungla. età di lettura: da 10 anni.

AL-AHDAL WAIDI: UN ASINO IN MEZZO AI SUONI - PARTE 1

Risguardo di copertina

l'intreccio poliziesco di "un asino in mezzo ai suoni", gestito da wajdi al-ahdal, si rivela molto efficace perché lo sfondo nel quale la storia è narrata allude alla crisi politica yemenita conclusasi con la guerra civile tra lo yemen del sud e quello del nord, nel 1994. le donne protagoniste del romanzo: thaira, arwa e zaynab, yemenite moderne e istruite, vivono una crisi psicologica che accentua il significato della repressione maschile nei loro confronti. una repressione che da esteriore diventa interiore e si manifesta nei loro sogni, in cui sono alla mercé di un uomo mascherato che le insegue brandendo un coltello. il romanzo dimostra quanto sia subdola la penetrazione del fervore religioso e quanto questo influisca sull'evoluzione politica. l'autore ci svela così la solidarietà e la complicità fra i tre tipi di poteri: religioso, politico e maschilista.

VERCESI PIER LUIGI: FIUME

Risguardo di copertina

il 12 settembre 1919 gabriele d’annunzio occupa con un migliaio di uomini il porto adriatico di fiume. in pochi giorni il suo esercito di «disertori» si moltiplica. è una sfida al mondo intero: alle potenze alleate che non vogliono riconoscere l’italianità di quella città e al governo italiano che non si sa imporre al tavolo della pace di versailles. l’occupazione dura quasi sedici mesi e fiume diventa un laboratorio rivoluzionario politico, sociale, economico ma anche letterario e teatrale. d’annunzio governa con un’invenzione al giorno, affinando le sue doti di seduttore e addomesticatore di folle. fiume diventa la «città di vita», dove tutto è concesso e vissuto fino in fondo: le donne votano, l’omosessualità è tollerata, si può divorziare, l’esercito si democratizza e una costituzione, la carta del carnaro, elaborata dal rivoluzionario alceste de ambris e riscritta da d’annunzio, sovverte le regole borghesi e monarchiche. pier luigi vercesi narra in queste pagine la storia di quest’avventura, dal settembre del 1919 in cui ebbe inizio sino alle giornate di sangue del natale 1920, quando il governo italiano, dopo aver firmato un accordo con la jugoslavia, ordinò al generale caviglia di bombardare dal mare il palazzo del governo di fiume. una straordinaria avventura che il fascismo, di lì a poco, tenterà di fare sua, riproponendo i cerimoniali inventati da d’annunzio per conquistare le folle. l’anima più autentica del fiumanesimo, tuttavia, non soltanto non aderì al fascismo, ma si schierò dall’altra parte.

KRAMER STANLEY: INDOVINA CHI VIENE A CENA? (FILM CON COMMENTO)


BURGESS ANTHONY: SHAKESPEARE: RITRATTO DELL'UOMO E POETA


LAWRENCE DAVID HERBERT: IL PECCATORE

Risguardo di copertina

(eastwood, nottinghamshire, 1885 - vence, provenza, 1930) scrittore inglese. figlio di un minatore e di una ex maestra, alla morte del fratello maggiore, divenne il centro emotivo della vita della madre, che riversò su di lui un amore troppo esigente e possessivo (sarà questo uno dei temi del romanzo figli e amanti, sons and lovers, 1913, una delle sue opere più potenti e compiute). frequentò il nottingham university college, dove si abilitò all’insegnamento. fece quindi l’insegnante, ma presto si dedicò interamente alla letteratura. nel 1914 sposò una tedesca divorziata, frieda von richtofen, e visse con lei in germania, austria e italia. tornato in inghilterra nel 1914, proclamò la sua avversione alla guerra. la sua fama di ribelle si accrebbe con la pubblicazione di un romanzo, l’arcobaleno.

CORONA MAURO: IL VOLO DELLA MARTORA


CELA CAMILO JOSE: L'ALVEARE

Risguardo di copertina

(non indicato)

LA LICATA FRANCESCO: STORIA DI GIOVANNI FALCONE

Risguardo di copertina

"sono passati dieci anni dall’assassinio di giovanni falcone e certamente assisteremo in occasione delle immancabili celebrazioni del decennale alla rituale appropriazione (qualche volta indebita) della sua memoria. la retorica dell’anniversario non mancherà certamente di spargere tante e tali cortine fumogene da nascondere una semplice verità: il tradimento, il tradimento generalizzato dell’enorme patrimonio morale, tecnico e culturale che ci ha lasciato. molti continueranno a sostenere di pensare e operare in linea con le sue convinzioni e i suoi insegnamenti. ma è proprio così? cosa è avvenuto in questi dieci anni?" francesco la licata ricostruisce le vicende salienti della vita di giovanni falcone, palermitano autentico, magistrato protagonista del pool antimafia e del maxiprocesso di palermo, giudice a cui era stata data una silenziosa delega in bianco per sconfiggere la mafia, e che dalla mafia è stato neutralizzato mediante l’isolamento e la delegittimazione, con accuse di protagonismo, opportunismo e smania di potere, fino all’epilogo della strage di capaci, il 23 maggio 1992. molto odiato e dopo la morte molto amato dalla sua città, falcone era un personaggio diffidente e schivo, tenace ed efficiente, estremamente competente, con il paradossale destino di essere attaccato da amici, come orlando, e sostenuto da altri, come martelli, che in passato erano apparsi distanti dalle sue convinzioni. in fondo, uno straordinario uomo normale che ha combattuto e pagato in prima persona nella lotta contro cosa nostra.

VERGA GIOVANNI: DAI RACCONTI E DAI ROMANZI